Il silenzio dei rumori

Serata volontariamente da eremita.

Mi sono sistemato in una casa in mezzo al nulla. Da solo. In tutta la valle ci sono solo la strada, il fiume e qualche casa qua e là fagocitata dal verde. Fa un poco freddo e con questo pretesto mi sono bevuto un bicchierino di tequila. Avrei preferito qualche altra cosa perché il sapore mi ricorda molto una delle ultime sbronze che ho preso. A base di mezcal e tequila appunto. Prognosi: quattro giorni prima di riconquistare il 50% delle mie funzionalità. Era il capodanno di cinque anni fa.

Non c’è televisione e nemmeno linea internet (sto usando il cellulare in hotspot e mi sento quasi un ingegnere della nasa per esserci riuscito). Siamo io, Richard Ford che mi attende, la tequila ed un silenzio irreale, quasi totale. Imbevuto della notte. Solo il fiume e qualche macchina lontana interrompono questa alienazione. Fuori dalla finestra nessuna luce. La cena è stata un susseguirsi di rumori. La plastica della confezione di prosciutto che scrocchia. Le forchette. La pellicola trasparente del formaggio. Io che tiro su con il naso e poi me lo soffio. Le pagine del giornale. Ancora il mio naso. Il coperchio dell’immondizia. La bottiglia dell’acqua. La mosca sulla finestra.

Abbasso le tapparelle.

I vetri sono pieni di falene attirate dalla luce della sala.

E’ tutto come in 4’33” di John Cage : il silenzio non esiste. Rimbomba. Il silenzio è assordante come la canzone dei Napalm Death (anche se ci sarebbe molto da discutere su chi sia più assordante dei due per l’orecchio di una persona normale).

La ventola del computer. Sospiro. I tasti del pc.Tiro su con il naso.

Echeggia un rumore dal fondo del corridoio.

Ci sono solo io.

E non mi sono mosso.

Un cane abbaia.

Da dove viene quel rumore?

Annunci

13 thoughts on “Il silenzio dei rumori

  1. Epperò figlio mio, me scrivi ste cose… di soppiatto poi. Non si fa. Non si fa proprio. Mi parli di Cage mentre io mi ascolto Pornography dei Cure. Mi si confonde tutto tra immagini, suoni e silenzio. Ciò una certa età, non me la sento.

Secondo me....

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...