Quanto amore

Di poco amore mi accusi.

Donde viene codesta tua cecità che quasi m’indigna

nel profondo del mio animo ferito di uomo impeccabile?

Non mi capacito, tra le lacrime, di come Continua a leggere

Colpo di fulmine

Una folgore d’argento urta
tra i declivi della tua pelle,
persa di brividi elettrici
nell’eternità del tuo sguardo.
Umile, mi disseto Continua a leggere

Distanze

Un muro invalicabile si erge

dalla sommità di ogni tua parola

che mai giunge al mio orecchio,

costruendo distanze infinite.

Il tuo silenzio tombale opprime

il mio sguardo, attonito, Continua a leggere

Segni 2 (al femminile) di Amor et Omnia

Pareti spoglie
illuminate a luce fioca
dalla tua ombra solitaria,
intorno a me spazi vuoti
da poco abitati dal solo tuo profumo
letti spenti e lenzuola grezze
accatastate per l’attesa
ogni traccia mi parla di te, muta Continua a leggere

Segni

La tua maglia a ricordo di tempi passati

esanime sulla poltrona,

i pantaloni vitrei, immobili,

avvolti nella polvere trascorsa di epoche felici

le coperte arruffate, calde, ancora

sconvolte dal Continua a leggere