Mago libero

L’umore è sempre stato un problema. Altalenante e imprevedibile senza motivo. Ma neanche senza motivo, in realtà basta una canzone. O un pensiero. E i pensieri sono sempre tanti, troppi, sembra di essere in mezzo ad una folla e sentire tante voci in cui rischi di non capire più quale sia la tua. Si aggiunge al calderone Continua a leggere

I dadi della giornata

Difficile capire cosa succeda quando sono un paio di dadi a decidere l’umore della giornata. Umorale. Sette e due. Oggi va male. E senti un prurito all’interno dello sterno, di quelli che non riesci a grattare. Se ci riuscissi ti porteresti via pezzi di carne e di ossa. Un paio di costole forse.

Nella stanza risuona “Killing in the name“.

Il cervello si impasta nei suoi pensieri e si fonde con la voce.

Immagini che scorrono veloci.

Epilettiche.

Now ya do what they told ya!

Now ya do what they told ya! Continua a leggere