Ipse Dixit #23#

“[..] Rancière afferma che il sorteggio è il mezzo migliore per designare chi governa in una democrazia, dato che l’attitudine a pensare non è appannaggio di un gruppo sociale privilegiato e nulla può costituire in sé, una volta per tutte, una struttura gerarchica. Certo, il sorteggio non garantisce la competenza, precisa Rancière, tuttavia non si può dire che un’assemblea scelta a caso sia meno capace di quelle che risultano dal processo elettorale, dato che quest’ultimo privilegia solo una capacità, quella di sapersi impadronire del potere.”

Alain Deneault

(La mediocrazia – Neri Pozza, p. 102)

Ipse Dixit #15#

Per ora, vorrei solo comprendere come è possibile che tanti uomini, tanti paesi, tante città e nazioni tollerino talvolta un solo tiranno, che non ha altro potere che quello che gli danno; che ha il potere di nuocere loro solo finché essi possono sopportarlo; che non potrebbe far loro alcun male, se non quando essi preferiscono sopportarlo piuttosto che contraddirlo. E’ davvero sorprendente, e tuttavia così comune che c’è più da dispiacersi che da stupirsi nel vedere milioni e milioni di uomini servire miserevolmente, col collo sotto il giogo, non costretti da una forza più grande, ma perché sembra siano ammaliati e affascinati dal nome solo di uno, di cui non dovrebbero temere la potenza, visto che è solo, né amare le qualità, visto che nei loro confronti è inumano e selvaggio. La debolezza umana è tale, che spesso dobbiamo spesso ubbidire alla forza; dobbiamo prendere tempo, non possiamo essere sempre i più forti.

Etienne De La Boétie

(La servitù volontaria, p.32)

 

Siate decisi a non servire più, ed eccovi liberi.

Etienne de La Boetié

(La servitù volontaria, p.36)