Più di 5 giorni a Vilnius..

Difficile dire da quanto tempo aspettassi questa vacanza prenotata da diversi mesi, scatenata dalla lettura di Anime Baltiche di Jan Brokken, se non altro perché il periodo di ferie estivo l’avevo passato a lavorare.

E perché pare che il motto adeguato a definire il lungo periodo precedente questa settimana di ferie fosse “se mi cade il cazzo mi rimbalza in culo“.

Per questo non mi sono stupito più di tanto che in corrispondenza della partenza Ryanair avesse annunciato un’ecatombe di voli cancellati che, incredibilmente, non ha coinvolto il mio.

Nè all’andata e nemmeno al ritorno.

Perché pure la sfiga ogni tanto riesce Continua a leggere