La banalità dei film sentimentali

Ultimamente ho una gran voglia di guardare film sentimentali o che mi facciano ridere (in questo caso è impresa ardua visto che non rido mai per i film). E questo perché ho realizzato di avere nella mia cineteca solo opere d’autore oppure mattoni maledettamente tristi. Ho bisogno di evasione. Mi ritrovo quindi a guardare film d’amore (a volte anche visti e rivisti) nella speranza di trovarne finalmente uno che mi piaccia ma è veramente difficile perché sono sempre scontati e prevedibili. Finiscono sempre (ovviamente) nello stesso modo: i due protagonisti finalmente innamorati (nonostante avversità di varia natura) si mettono insieme, oppure si lasciano (uno dei due muore, trova un’altra persona) e….non ci sono altre grandi alternative. Forse perché diversamente non sarebbero storie d’amore. Quello che cambia è forse il tono, leggero, tragico, comico o chissà che altro. E quindi mi ritrovo a guardare Continua a leggere

La donna che visse due volte – Alfred Hitchcock

Inizio dicendo che finalmente sono riuscito a vedere il cameo di Hitchcock in uno dei suoi film (è cosa nota che amasse apparire in qualche fotogramma di ogni suo film, come passante o cose simili), non c’ero ancora riuscito, e a dire la verità pensavo pure di essermi sbagliato perché mi pareva fin troppo evidente. Continua a leggere