Morte di un perfetto bilingue – Thomas Gunzig

Un soldato si risveglia in un letto d’ospedale circondato da un misto di curiosità e di risentimento di cui non riesce a ritrovare l’origine poiché affetto da un’amnesia che ha oscurato gli ultimi ricordi. Paralizzato e incapace di comunicare con l’esterno inizia mentalmente a ricostruire la propria vita più recente per arrivare a capire cosa gli fosse successo e perché si trovasse in quel posto (“Oggi, ripensando a tutta quella storia, mi dico che fra i miei antenati dovevano esserci lumache senza guscio“) in un percorso a ritroso che gli riserverà alcune sorprese.

Elle, rivista francese di moda, stando alla quarta di copertina avrebbe detto di questo libro : “All’inizio è leggero e divertente.  Ma intorno al capitolo 17 l’ansia fa lentamente il suo ingresso, e la narrazione si fa tanto coinvolgente da togliere il fiato!“. Ora, non so che libro abbiano letto nella redazione di Elle per definirlo “leggero e divertente” ma Continua a leggere

La risalita (Finale) – Racconto

(Terza Parte)

Cesare uscì dalla stalla e gli spari iniziarono a farsi sempre più vicini. Da lontano vide il gruppo di ribelli che correva scomposto nella direzione del paese girandosi alle proprie spalle ed esplodendo proiettili verso un nemico invisibile.
Erano rimasti in sette, ansimanti, sudati e spaventati con la morte negli occhi. Il ragazzo che si strofinava il naso era ancora con loro e continuava Continua a leggere

Tigerland – Joel Schumacher

Roland Bozz (Colin Farrell) è una recluta in un campo di addestramento che prepara i militari per partire nella guerra nel Vietnam. Refrattario alle regole e alla disciplina vive in perenne consegna e con il rischio continuo di finire davanti alla corte marziale o ai lavori forzati. I suoi superiori lo detestano e cercano di piegarlo ma senza mai riuscirci, forte della sua spavalderia e intelligenza superiore. Bozz sta seguendo l’addestramento finale, quello che simula la guerra esattamente come si svolge Continua a leggere