Una luna di velina

Sono rincasato poco fa e mi sono messo a cenare.

Ho acceso la televisione per rompere il silenzio, per avere un sottofondo qualunque e mi sono ritrovato a fare zapping tra i canali senza riuscire a sopportare nulla di quello che vedevo per più di una manciata di secondi.

Facce inutili e prive di senso si alternavano ad ogni pressione del mio dito.

Si accennava un vago senso di Continua a leggere

Voci nella nebbia

In un periodo in cui il tempo è diventato sempre più un’ossessione forse sarebbe stato molto più fico (perché anche nel citare una canzone è sempre molto importante darsi un certo tono per sembrare profondi e un poco intellettuali, non può mai trattarsi di una canzone qualunque) far tracimare qualche vago pensiero in proposito sulle note di Time dei Pink Floyd, che pure mi capita di risentire a più riprese ultimamente (e questo nonostante non sia un fan sfegatato), invece pare che Continua a leggere