Il delitto ha le gambe corte, Una nuova indagine di Contrera – Christian Frascella

Contrera alla deriva, Contrera con un braccio rotto, Contrera che naviga a vista tra i pezzi della sua vita che gli galleggiano attorno tra la ex moglie perseguitata da uno stalker e la figlia che non gli vuole rivolgere la parola, Contrera che cerca di rintracciare un cinese che ha abbandonato la famiglia, Contrera deciso ad Continua a leggere

Fa troppo freddo per morire, La prima indagine di Contrera – Christian Frascella

Contrera è un investigatore privato che beve regolarmente birre Corona e usa la lavanderia a gettoni di Mohamed come ufficio per ricevere i clienti. Non per qualche motivo di anonimato e riservatezza ma solo perché un ufficio vero non se lo può permettere e nemmeno una casa propria, infatti vive nell’appartamento della sorella, dormendo insieme al nipote, sotto le minacce continue del cognato di sbatterlo fuori.  E’ un uomo alla deriva: ex poliziotto cacciato per corruzione, divorziato dalla moglie che lo odia quanto la figlia adolescente, senza una casa, Contrera ha perso tutto. Gli rimangono solo Continua a leggere

Il panico quotidiano – Christian Frascella

La paura è imprevedibile e quando il protagonista, Christian Frascella stesso, viene colto dal suo primo attacco di panico si trova alla catena di montaggio. Ha 27 anni, un lavoro come operaio in fabbrica e convive insieme a Lucia con cui ha un rapporto in fase calante e che attraversa qualche difficoltà. Nulla che possa giustificare una paura così disarmante che lo scompagina e Continua a leggere

Mia sorella è una foca monaca – Christian Frascella

christian_frascella_coverEra da qualche anno che volevo leggerlo.

Avevo iniziato il primo capitolo in regalo con Repubblica, o più probabilmente Il venerdì, ma non l’avevo più comprato. Ma mi era rimasta la curiosità visto che mi era piaciuto. Veloce ironico e soprattutto leggero. Mi sale la voglia di leggerlo mentre in realtà mi sto dedicando ai Fratelli Karamazov (ma mi rifiuto di fare un commento/recensione futura, qualcuno ci ha fatto una tesi e io non ho tutto questo tempo), ma decido di mettere in stop il russo e concedermi un intermezzo alternativo e rilassante. Continua a leggere