Tutta colpa di Freud – Paolo Genovese

Lo psicoterapeuta Francesco (Marco Giallini) dopo la separazione dalla moglie ha cresciuto da solo le tre figlie. Ormai adulte, Marta (Vittoria Puccini) gestisce una libreria ed è innamorata di uno scrittore (interpretato da un Antonio Manzini quasi indistinguibile da Alessandro Bergonzoni), Sara (Anna Foglietta) è omosessuale ma sfortunata con le donne e quindi vuole provare ad uscire con gli uomini pensando che Continua a leggere

Beata ignoranza – Massimiliano Bruno

Ernesto (Marco Giallini) e Filippo (Alessandro Gassmann) sono due professori che si ritrovano ad insegnare nello stesso liceo. I due si conoscono molto bene perché in gioventù si erano contesi l’amore di Marianna (Carolina Crescentini), dietro cui la loro amicizia si ruppe a causa di un dissidio. Molto diversi tra di loro, antiquato e rigido il primo quanto iperimmerso nella tecnologia il secondo, affrontano l’istruzione con due modalità totalmente contrapposte, all’insegna dello studio sui libri per uno e dell’utilizzo di app l’altro. Quando si ripresenta Continua a leggere

Il piccolo principe – Mark Osborne

Una madre ha deciso già tutto per la figlia, ha pianificato tutta la sua vita futura con tanto di tabellone per la gestione del tempo. Ma più di tutto ha pianificato i 54 giorni (mi sembra) di studio che mancano al termine dell’estate quando la figlia dovrà entrare nell’importante istituto che ha scelto per lei. Non c’è spazio per nulla che non sia orientato all’obiettivo. Ma qualcosa sfugge ai piani e la figlia un giorno rinuncia allo studio ossessivo per fare amicizia con lo strano aviatore che le abita accanto il quale le regala le prime pagine di una storia in cui si narra di un piccolo principe che viveva..e da qui in poi è meglio guardare il film.

Vedere o sentire citare Continua a leggere

Viva l’Italia – Massimiliano Bruno

Michele Spagnolo (Michele Placido) è un onorevole corrotto (che strano!) con tre figli : Valerio (Alessandro Gassmann), che lavora come direttore del personale in un’azienda, è un incapace (“Se voi mi darete fiducia sarò in grado di trionfare come fece Napoleone a Waterloo” dice), fallito da ogni punto di vista (il figlio in una scena esibisce un cartello durante un pasto per ricordaglielo) e ripetutamente Continua a leggere