Flashdance – Adrian Lyne

Alex Owens (Jennifer Beals) è una diciottenne che lavora come saldatrice durante il giorno e si esibisce come ballerina nei locali durante la notte (già solo per questo c’è da chiedersi come faccia a non avere la pelle devastata e ad avere la pettinatura sempre in ordine). Coltiva il sogno di entrare nell’accademia di ballo di Pittsburgh e si allena costantemente per avere un’audizione. Durante uno dei suoi spettacoli attira l’attenzione del suo capo Nick Hurley (Michael Nouri) che vorrebbe uscire con lei ma incassa inizialmente un rifiuto fino a che… meglio guardare il film.

Nonostante io detesti 1) I musical, 2) i film sul ballo, 3) i film in cui si indugi troppo sullaflashdance-poster-film musica (comunemente detti “film musicali”), perché nello stesso istante in cui vedo qualcuno sgambettare, cantare o sequenze suonate troppo lunghe, il mio cervello sprofonda in una noia letargica senza ritorno da elettroencefalogramma piatto e convulsioni con bava alla bocca, sono riuscito a sopportare la visione di “Flashdance” (che comunque rientra nelle ultime due categorie) senza gravi conseguenze. Anzi, a tratti era pure piacevole (in particolare quando dormivo), se si riescono a tollerare le oscene pettinature anni ’80 (tutto sommato basta guardare un video qualunque dei Duran Duran per vedere qualcosa di enormemente peggiore). Mi avrebbe fatto piacere poter dire che pure la musica era oscena (odio profondamente gli anni ’80 se non si fosse capito) ma non sarei stato onesto perché la colonna sonora è invece veramente azzeccata e non a caso è rimasta nella storia (“Maniac” è citata spessissimo e tra gli altri, dai Simpson nell’episodio “Simpsoncalifragilistichespirali-d’oh-so” [che era mezzo musical quindi ogni volta sono in condizione di noia letargica e quel che segue] e in “American Pie – Il matrimonio“) e infatti “Flashdance…What a feeling” vince l’Oscar come miglior canzone imagesnel 1983.

Ai tempi della sua uscita nei cinema il film fu ampiamente stroncato dalla critica ma divenne comunque un successo commerciale di botteghino. La storia è zuccherosa e prevedibile e intrisa del fastidioso ottimismo anni ’80 che, rivisto ora, è piuttosto irritante. A parte questo si lascia guardare (una volta e non di più) perché, nonostante la scontatezza dello svolgimento, le scene di ballo sono comunque molto ben curate e belle a vedersi anche per chi non ne capisce un cazzo e non potrebbe fregargliene di meno. Tutto sommato quando Jennifer Beals (o una delle sue numerose controfigimageszure) si scatena e si muove senza sosta riesce a tenere lo sguardo fisso sullo schermo in maniera magnetica tramite le sue movenze (o magari è merito delle inquadrature gigione), risultando comunque molto in parte (infatti è il ruolo che l’ha resa famosa e forse anche l’unico degno di nota, al contrario di Michael Nouri che è un  perfetto signor nessuno). La trama romantica è scialba e non corro nemmeno il rischio di spoilerare più di tanto nel dire che “alla fine vissero tutti felici e contenti”: lui se la porta a letto e lei riesce a fare quel maledetto provino.

Adrian Lyne meriterebbe un paio di parole perché, dopo “Flashdance”, ha diretto “9flashdancex settimane e 1/2“, “Attrazione fatale“, “Allucinazione perversa” e “Proposta indecente” (che se non sono proprio dei capolavori, sono comunque stati dei discreti successi commerciali) ma non saprei proprio che dire a parte che ci si ricorda più dei suoi film che di lui; il che fa pensare che la sua presenza alla regia non fosse proprio indispensabile.

Non avrei mai guardato di mia spontanea volontà un film del genere ma era l’unico appena cominciato e non c’era veramente un cazzo d’altro (un po’ ero anche curioso perché da piccolo mi ero ascoltato la colonna sonora). Difficilmente ripeterò l’esperienza ma di sicuro andava fatta perché è comunque ormai storico.

Giudizio in minuti di sonno. Due tranche da venti minuti l’una che mi hanno fatto perdere due pezzi di film senza che ne abbia risentito la comprensione della trama e senza che abbia sentito il bisogno di recuperarli.

Annunci

17 thoughts on “Flashdance – Adrian Lyne

  1. Caro Jeremy, non commento il post perché non l’ho ancora letto, vorrei farti in ritardo gli auguri di Natale che spero sia stato per te sereno e anticipo gli auguri di Buon Anno, che possa essere per te meraviglioso. A.

Secondo me....

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...